Crea sito

Tutorial – Un blog in php: Parte 1

Ciao a tutti, l’altro giorno vi avevo presentato un piccolo framework per facilitare la creazione rapida di applicazioni web; oggi vi propongo la prima parte di un tutorial che utilizzando questo framework ci porterà a scrivere un semplice blog in php.

Prerequisiti

Per questa serie di tutorial parto dal presupposto che abbiate sufficiente familiarità con php, html e css, che sappiate lavorare con i database (nello specifico useremo mysql, con l’estensione mysqli) e che sappiate quello che c’è da sapere sulla Programmazione Object Oriented. Se non sapete neanche di cosa sto parlando, allora probabilmente vi conviene partire dai concetti base. Trovate un mare di tutorial in rete che trattano questi argomenti, come sito di riferimento potete iniziare dando un occhiata a html.it. ovviamente fare riferimento a qualche buon libro di testo non fa mai male, e vi da una preparazione un po’ più completa…

Requisiti Software:

  • Accesso a un server apache2
  • PHP 5+ installato
  • Server MySQL con estensione mysqli installata
  • (Facoltativo) phpMyAdmin (molto comodo per la gestione dei database, e poi è nei repositories ufficiali di ubuntu 🙂 )
  • Un editor di testo (NON WORD!!! 🙂 notepad, gedit, emacs, vim, nano… l’importante è che si tratti di un editor di testo NON formattato, altrimenti non va nulla)

Per quanto riguarda il sistema operativo, usate pure quello che volete, Io per questo tutorial utilizzerò Ubuntu 12.04 a 64 bit.

Per avere istruzioni su come preparare l’ambiente descritto sopra su ubuntu potete fare riferimento alla documentazione di ubuntu: wiki

Se usate osx o windows potete semplicemente usare rispettivamente mampstack (per il mac) o wampstack (per windows), oppure cercare delle guide per prepararvi da soli l’ambiente, ce ne sono molte in rete.

Pronti? Via!

  • Per prima cosa procuriamoci una copia del framework da qua: repository
  • Clicchiamo su ZIP e scarichiamo il pacchetto

Download Framework

  • Estraiamo il file appena scaricato, facendo doppio click sul file e premendo su estrai, otterremo una cartella contenente tutte le directories e i files che costituiscono il framework

Directories e Files del Framework

  •  Ok siamo quasi pronti, rinominiamo la cartella appena estratta con il nome del nostro blog: da “php-easyMVC-master” a “myblog”  per esempio.
  • Copiamo la cartella “myblog” contenente il framework nella root del vostro server web, se siete su ubuntu dovrete probabilmente copiarla in /var/www.
  • A copia fatta impostiamo i permessi in modo che ci sia possibile lavorare sui file e soprattutto in modo che il blog possa scrivere nella sua directory, visto che non siamo in un sistema di produzione, e stiamo solo facendo delle prove, possiamo impostare i permessi a 777 (Studiatevi bene i permessi da impostare in sistemi accessibili dall’esterno ne va della vostra sicurezza!!!) se non sapete di che cosa si tratti, come al solito vi viene in soccorso wikipedia 🙂 (Leggetelo che è importante!)

Copia e Imposta i permessiCi siamo! Proviamo a vedere se funziona, aprite il vostro browser e puntatelo sull’indirizzo del vostro server, probabilmente l’url sarà del tipo: http://localhost/myblog, questo è quello che dovreste vedere:

Home Page Framework

Perfetto! Ma non abbiamo ancora finito 😀 .

Creiamo il database e colleghiamolo al framework!

Il nostro blog avrà bisogno di un suo database associato in cui salvare post, commenti e dati degli utenti. vediamo come crearne uno utilizzando phpMyAdmin, ovviamente se siete sufficientemente smanettoni potete usare la riga di comando e il tool mysqladmin (se non sapete come usarlo digitate “man mysqladmin” (senza virgolette) nel terminale).

Assumendo che abbiate correttamente installato phpMyAdmin puntate il vostro browser all’indirizzo: http://localhost/phpMyAdmin (se non vi funziona provate tutto minuscolo), e loggatevi.

Login

Dopo il login dovreste ritrovarvi in questa schermata:

phpMyAdmin Schermata Principale

Ora cliccate su “Database” nel menu in alto, sotto la voce “Crea un nuovo database” scrivete il nome del database, io con molta fantasia ho messo “myblog” 🙂 selezionate come codifica nel menu a tendina utf8_general_ci e cliccate su crea, un popup vi dovrebbe avvertire dell’avvenuta creazione del database!

phpMyAdmin Crea un DatabaseInoltre dovreste leggere il nome del database appena creato nel menu di sinistra.

Per il momento lasciamolo vuoto e chiudiamo phpMyAdmin.

Ora dobbiamo collegare il database appena creato al nostro blog:

  • accediamo alla cartella myblog nella directory del web server, se siete su ubuntu: /var/www/myblog
  • Apriamo il file config.php con il nostro editor di testo.

Come possiamo vedere la struttura del file è abbastanza semplice, contiene semplicemente una serie di assegnamenti a variabili utili per alla connessione al database.

impostiamo i valori come segue:

<?php

/* Database Configuration */

/* Database Configuration */

$dbms = 'mysql';                   // used DBMS (used to load correct driver)

$dbhost = 'localhost';            // DBMS hostname
$dbuser = 'tuo_username_mysql';   // DBMS username
$dbpass = 'tua_password_mysql';  // DBMS password
$dbname = 'myblog';              // Database Name
$dbport = NULL;                  // DBMS port
$dbsocket = NULL;                 // DBMS socket

 

?>

dove ovviamente ‘tuo_username_mysql’ e ‘tua_password_mysql’ vanno sostituiti col nome utente e la password che usate per accedere al dbms.

N.B. in alcune configurazioni, e in installazioni particolari potreste dover settare i campi dbport dbsocket e dbhost, questo però dipende dal tipo di installazione di mysql che avete effettuato.

Direi che per il momento può bastare, assicuriamoci di non aver commesso errori provando a riaprire il blog dal browser http://localhost/myblog. Dovreste visualizzare la stessa schermata di prima.

Home Page FrameworkNel caso vi siate persi qualche passaggio non esitate a commentare, ponendo i vostri dubbi. Nella prossima parte del tutorial, che vi linkerò qui di seguito, inizieremo a scrivere un po’ di codice e a esplorare le potenzialità del framework. A Presto!

Parte 2 – Funzionamento del framwork ->

No comments yet.

Lascia un commento

Powered by WordPress. Designed by WooThemes